SHARE

L’ e-commerce è una delle nuove sfide delle aziende vitivinicole italiane.

Difatti, in Italia dal 2010 ad oggi, si registra un incremento di vendite cumulativo a doppia cifra pari a 13,3 miliardi di euro (Fonte Netcomm) e derivato dai portali e-commerce. E sebbene a registrare tale crescita, siano principalmente  i settori dell’editoria, dell’informatica, dell’abbigliamento e dell’elettronica di consumo anche il comparto Food&Wine fa registrare un tasso di crescita annuo del 30% (Fonte: Osservatorio eCommerce B2c Netcomm – Politecnico di Milano).

Un incremento che, però, risulta ancora lontano dai numeri fatti registrare dagli altri settori.

Un divario che deriva principalmente da:

  • tempi e costi di trasporto su gomma notevolmente più alti per i beni alimentari rispetto ai beni durevoli a causa della tipica conformazione del territorio italiano;
  • aspetto emozionale all’acquisto del vino che via web manca;
  • difficoltà burocratiche e rischi di spedizione.

Di contro però, esistono anche elementi fruttuosi che hanno portato alcune aziende pioniere a scommettere sull’e-commerce, riportando ottimi risultati.

Il canale digitale, infatti, affiancato alla classica GDO, all’HORECA o, più in generale al tradizionale retail, promette di accrescere la reputazione in rete e amplificare la brand awareness ( conoscenza del brand da parte dei consumatori). E se a questo aggiungiamo anche che il “nomadismo” dei consumatori odierni, il loro essere sempre in movimento unito alle nuove tecnologie disponibili su telefonini e tablet, richiederà sempre più una presenza dei brand in rete, ci si rende conto come l e-commerce, sia un opportunità da non sottovalutare.

E se poi sia meglio affidarsi agli store multibrand esistenti – www.iwine.bio, www.tannico.it, vinonostrum.it- o gestire interamente il processo di vendita attraverso il proprio shop on line o integrare entrambi in una logica di “cross branding”, è da vedersi all’interno delle singole strategie di marketing delle singole aziende.

Ma, di certo, vi è la constatazione di fatto che l’e-commerce anche per il settore “Food&Wine” è una sfida da vincere, arrivando ad eguagliare la penetrazione delle vendite on line dei principali paesi competitor come: Spagna, Francia, Usa e soprattutto, Cina.

ULTIMI ARTICOLI